Diamo una famiglia a chi non ce l'ha. Ci stai?

ITA  | ENG

Qual è l’attrezzatura usata durante la smielatura?

Piccolo Wiki per appassionati e curiosi

(i prodotti qui descritti li vendiamo sul nostro Ecommerce)

Estrattore o “Smielatore”: una macchina usata per ricavare il miele dai favi. Ne esistono vari modelli. Quelli presenti nella nostra mieleria sono estrattori radiali.
Forchetta disopercolatrice: La forchetta disopercolatrice trova il suo migliore impiego dove il miele ha caratteristiche di viscosità molto alte e quando la superficie da disopercolare è sotto il livello della cornice del telaino di legno.
Coltello disopercolatore: Il metodo più diffuso per disopercolare è quello che richiede l’uso del coltello disopercolatore e viene adottato dove il miele è di media densità e la superficie dei favi è uniforme. Il modo corretto per disopercolare rapidamente un favo è il seguente: appoggiare il favo verticalmente su un supporto, tenendolo con la mano sinistra, stringendo l’orecchietta del telaino. Cominciare la disopercolatura facendo scorrere il coltello dall’alto verso il basso, con un moto oscillatorio lento. Dopo alcuni centimetri di discesa, ruotare il polso in modo che il coltello ribalti in fuori la porzione di opercolo già tagliato e riprendere poi la disopercolatura; in tal modo la forza di gravità farà scendere tutto l’opercolo nel momento stesso in cui viene tagliato e la superficie del favo sarà libera in un attimo.
Disopercolatrice automatica:
È adatta a lavorare su telaini da melario D.B. Il taglio degli opercoli viene fatto da veri coltelli a taglio seghettato oscillanti verticalmente e riscaldati da un generatore di vapore fornito assieme alla macchina, e ciò assicura una superficie di taglio perfettamente liscia. Questo garantisce un risultato ottimale anche in presenza di mieli freddi o vischiosi ed un migliore svuotamento delle celle. L’opercolo così ottenuto si separa dal miele con molta maggiore facilità e velocità. L’avanzamento del favo viene eseguito da una catena inox con denti trascinatori e funziona solamente in presenza del favo, per cui la macchina può essere usata anche da una persona sola senza il rischio di caduta del favo all’uscita. La struttura portante, tutta in acciaio inox, viene posata normalmente su di un banco disopercolatore per la raccolta degli eventuali residui. Tutte le parti che possono venire in contatto con il miele sono fabbricate con acciaio inox.
Banco disopercolatore: si tratta di un grosso contenitore di forma rettangolare che normalmente viene posizionato sotto alla disopercolatrice automatica, in modo che gli opercoli e gli eventuali residui cadano al suo interno una volta staccatisi dal telaino.