Diamo una famiglia a chi non ce l'ha. Ci stai?

ITA  | ENG

Posted by: In: Le nostre attività 20 Jun 2014 Comments: 0

Avete mai sentito parlare del processo di pastorizzazione del miele? È necessario fare molta attenzione nel caso in cui si cerchi un prodotto il più naturale possibile, perché biologico non vuol dire non pastorizzato.

Il miele richiede pochissima manipolazione da parte dell’uomo, ma spesso viene sottoposto a trattamenti di pastorizzazione (viene portato a temperature tra i 70° e i 75°) che lasciano il prodotto pressoché inalterato alla vista e non hanno scopi di conservazione o sanitari, come avviene invece per altri alimenti. A cosa serve? Semplicemente per mantenere liquido il miele il più a lungo possibile, evitandone la cristallizzazione; in altre parole prepara il prodotto per una lunga permanenza sugli scaffali. Per questo piccolo vantaggio il prezzo che si paga in termini di qualità è piuttosto alto, in quanto il miele subisce una considerevole perdita di vitamine ed enzimi.

Al momento la normativa non obbliga a dichiarare se un miele sia pastorizzato o no, perciò può essere definito biologico anche se è stato riscaldato e quindi manipolato. In questo caso il consumatore non può sapere quale sia stato il processo di lavorazione e non ha la possibilità di scegliere.

Il nostro miele non viene sottoposto a questo processo tecnologico, ma segue metodi tradizionali e naturali proponendo un prodotto non solo biologico, ma anche integrale, ricco di nutrimenti naturali che, come è ormai noto, presentano molte qualità benefiche.

Posted by: In: Le nostre attività 13 Jun 2014 Comments: 0 Tags:


Se volete fare una vacanza un po’ fuori dagli schemi, senza andare troppo lontano da casa, ma vivendo comunque esperienze uniche ed emozionanti, allora dovreste visitare le bellezze e i panorami incontaminati della Lunigiana e magari provare qualche sport fluviale.

Avete mai disceso un fiume con un raft? Il raft è quel grande gommone inaffondabile ed autosvuotante utilizzato per fare Rafting. Anche se ad una prima occhiata può sembrare un po’ pericoloso, in realtà è un’attività che può essere praticata in totale sicurezza, fermo restando che è necessario avere del personale addestrato e l’apposito equipaggiamento.

Al Pungiglione potrete approfittare delle gite organizzate col nostro personale, per provare qualche brivido fuori dal comune. Il Rafting è adatto ad ogni età e a tutta la famiglia, grandi e piccini potranno divertirsi scendendo il fiume tra piccole rapide e panorami mozzafiato, per avere la possibilità di scoprire luoghi altrimenti inaccessibili.

Uno sport completo e divertente, per mantenersi in forma imparando a conoscere le bellezze del territorio italiano, in particolare quello della Lunigiana e dei suoi boschi incontaminati. Chissà che sulle rive non si riesca a scorgere una volpe che corre tra gli alberi o un cinghiale che grufola nel terreno alla ricerca di qualche leccornia; se siete fortunati, potrete ammirare l’eleganza dei timidi caprioli, sempre presenti sul nostro territorio. 

Posted by: In: Le nostre attività 09 Jun 2014 Comments: 0

Vi siete mai chiesti da cosa è composto il miele? Questo dolcificante naturale nasce dalla combinazione di da due zuccheri semplici, glucosio e fruttosio, ed è l’unico prodotto che presenta caratteristiche del tutto naturali, senza manipolazione da parte dell’uomo. La sua composizione semplice lo rende facilmente digeribile, evitando di appesantire il fegato, ed è quindi perfetto sia per chi fa molta attività fisica sia per chi ha bisogno di concentrazione mentale, in quanto fornisce un “carburante” immediato. Inoltre ha proprietà emollienti e antinfiammatorie, che sono un toccasana per la gola irritata.

Il controllo sulla produzione del miele non implica solo la raccolta, ma inizia dalla costruzione delle arnie. Un legno di qualità, proveniente da falegnamerie che rispettano l’etica del territorio e impregnanti atossici all’acqua sono fondamentali. Anche la lavorazione della cera da utilizzare nelle arnie è un processo che non deve essere dimenticato, in quanto influisce sulla qualità finale del prodotto.

Oggi che il consumo di prodotti biologici sta crescendo, si sta creando qualche confusione in merito alla raccolta del miele biologico. La domanda sorge spontanea: come si controlla dove vanno le api? Ovviamente non si può. Quindi le norme per la produzione del miele biologico impongono che per chilometri intorno alle arnie non ci siano discariche, strade di media e grande comunicazione, impianti industriali, frutteti specializzati o colture estensive. Insomma, produrre miele biologico non è davvero una passeggiata, me ne vale la pena! Perché? Non contiene trattamenti con antibiotici, sulfamidici, antiparassitari e comunque con prodotti che lascino residui nel miele o nella cera e vanta un gusto ricco e corposo, che unisce il piacere del palato ad un prodotto salutare e benefico.